Pubblicato il: gio, Apr 23rd, 2015

Addio contanti? Debutta 2Pay, l’app che mira a sostituirli

cover

2pay è il contante del futuro, il superamento della moneta dopo 3000 anni di storia” spiegano gli ideatori. L’app permette di trasferire denaro da uno smartphone all’altro istantaneamente senza commissioni per i clienti e a 2 cent fissi per i commercianti. Via dunque tutti i passaggi costosi e lenti legati alle carte di credito.

E’ una sorta di ‘contante del futuro’. “2Pay è semplice da utilizzare – spiega Costantino Magro, presidente 2Pay, che oggi ha presentato a Milano il progetto – basta scaricare l’app e registrarsi, come commercianti o come semplici consumatori privati. L’attivazione del sistema creerà un iban 2Pay, rilasciato dall’Istituto di Moneta Elettronica (Imel) autorizzata e vigilata dalla Banca d’Italia, coincidente al numero di cellulare”. I passaggi successivi sono facili e intuibili con i quali è possibile acquistare di tutto, da un paio di scarpe, un libro o anche solo un caffè semplicemente comunicando il numero di cellulare e il pin sicurezza.

La società, che ha raccolto capitali privati per oltre 2 mln di euro, di cui ne ha investiti a oggi poco meno di un milione, conta di arrivare al break even alle prime 50.000 up in un mercato, come quello italiano, che conta l’emissione di decine di milioni di carte emesse tra credito, bancomat e prepagate.

Inoltre, con il servizio cashback, 2Pay ti permette di guadagnare comprando da esercenti convenzionati attraverso il rimborso di una parte del prezzo pagato per l’acquisto.

RIMANI AGGIORNATO Sottoscrivi i feed rss Inserisci il tuo indirizzo mail:

Profilo dell'autore

Commenta la notizia

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Registrati  alla nostra newsletter e ricevi aggiornamenti periodici sulle notizie più interessanti!
Email*
Nome
Cognome
Sono
Consento l'invio di email commerciali proprie o di terzi leggi