Pubblicato il: sab, Set 19th, 2015

Un elicottero con due gambe!

Una nuova invenzione della Darpa.

elicottero-gambe.180x120«Il sistema montato sul velivolo lo ha reso capace di decollare e atterrare con successo su terreni in cui qualsiasi manovra con un carrello di atterraggio standard si sarebbe rivelata impossibile».

Queste sono le parole del program manager Darpa, Ashnish Bagai, sull’esperitmento d’avanguardia, ancora in fase di sviluppo presso il Georgia Institute Technology.

Questa nuova invenzione serve a rendere più facili le manovre di decollo e di atterraggio anche su terreni instabili o accidentati. Questa tecnologia è stata studiata soprattutto per gli elicotteri militari e per quelli che si occupano della sicurezza nazionale.

Mission Adaptive Rotor – L’invenzione fa parte del programma Mission Adaptive Rotor ed è stata subito sperimentata installando su un piccolo drone due gambe robotiche snodabili al posto del convenzionale carrello di atterraggio rigido. Le gambe metalliche ammortizzate e flessibili fanno in modo che il drone decolli e atterri con molta agilità su ogni tipo di suolo, su ogni tipo di piattaforma e su pendenze massime del 20%, anche se il peso dell’elicottero aumenta.

Su ogni piede è disposto inoltre un sensore di contatto,  che determina in tempo reale con quale  angolo è meglio piegarsi per atterrare in tutta sicurezza.

Un esperimento d’avanguardia!

RIMANI AGGIORNATO Sottoscrivi i feed rss Inserisci il tuo indirizzo mail:

Profilo dell'autore

Commenta la notizia

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Registrati  alla nostra newsletter e ricevi aggiornamenti periodici sulle notizie più interessanti!
Email*
Nome
Cognome
Sono
Consento l'invio di email commerciali proprie o di terzi leggi