Caso dello scontrino omofobo: La risposta dei Proprietari e dipendenti


Il caso dello scontrino con l’offesa omofoba

Associazioni LGBT e diversi quotidiani si sono mossi per capire meglio quello che è accaduto giovedì sera.
Adesso però è il turno della proprietaria del locale, che ha ammesso tutto ed ha aggiunto che il cameriere che ha battuto la comanda è già stato licenziato.

 

SE TI SEI PERSO COSA E’ SUCCESSO, ECCO QUI’ L’ARTICOLO DELL’ACCADUTO

 “Un atto inqualificabile dal quale prendiamo le più decise e convinte distanze. il cameriere è stato licenziato. Giovedì 19 luglio è accaduto un fatto grave. Nel nostro locale, un cameriere ha compiuto un atto inqualificabile nei confronti di due clienti, stampando sulla comanda un insulto omofobo, da cui tutta la direzione e il personale della ‘Locanda Rigatoni’ prende le più decise e convinte distanze.

Ci teniamo a precisare che, fermo restando la gravità dei fatti, la direttrice del locale ha immediatamente condannato l’atto del cameriere e si è scusata con i clienti, inorridita dal fatto incriminato come e, se possibile, più di loro. Coerentemente con tale comportamento, – continua la nota – comunichiamo che il cameriere è stato licenziato in tronco, non rappresentando in alcun modo la filosofia e lo stile della Locanda Rigatoni.

Ovviamente il cameriere responsabile di questa spiacevole vicenda ne risponderà in prima persona. La proprietà, lo staff del locale e la direttrice da sempre considerano la Locanda Rigatoni la casa di tutti.  Siamo da tempo impegnati in programmi per l’integrazione di rifugiati nel nostro locale e chiediamo ufficialmente alla comunità LGBT di costruire insieme un percorso per riaffermare i valori di tolleranza, rispetto e apertura, che sono da sempre gli elementi fondanti del nostro modo di fare ristorazione”. 
Anche i dipendenti del ristorante hanno voluto prendere posizione, dichiarando che la Locanda Rigatoni è sempre stato un ristorante gay friendly.
“Il ragazzo che ha battuto quello scontrino è già stato licenziato, ovviamente. Tra l’altro, veniva a lavorare saltuariamente, solo a chiamata, nei giorni con più prenotazioni.

Dispiace che per l’errore di uno ora la nostra attività sia etichettata come omofoba: siamo sempre stati gay-friendly, alcuni camerieri che hanno lavorato qui in passato erano omosessuali e si sono sempre trovati bene. Da noi si è addirittura tenuta la festa di matrimonio di una coppia gay”. 

Fonte: https://www.bitchyf.it/scontrino-omofobo-ristorante/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.