Meghan Markle sta preoccupando i sudditi ed i fan: potrebbe addirittura perdere il bambino, ecco perchè.

Meghan Markle sta preoccupando tutti i suoi fan ma anche tutti i sudditi. La moglie di Harry di Inghilterra è incinta ma potrebbe addirittura perdere il bambino, ecco perchè

La bellissima Duchessa Di Sussex, Meghan Markle, dopo il suo tour in Australia, ha rischiato di mettere in pericolo la sua vita e quello del piccolo che porta in grembo. Alle isole Tonga, infatti Meghan ha rischiato di essere attaccata un virus molto potente: il quale è particolarmente pericoloso per le donne incinta.

Meghan Markle in pericolo per un virus

Nelle foreste del Tonga è presente la zanzara Zinka la cui puntura è molto pericolosa per le donne in dolce attesa. I due neosposi, Meghan Marke e il principe Harry hanno comunque deciso di proseguire il tour nella riserva naturale e durante una visita in una delle scuole della zona.

La Duchessa desta molta preoccupazione in quanto si è presentata con un abito con le maniche corte che potrebbero esporla facilmente alla puntura della zanzara Zinka. La puntura di questa zanzara è pericolosa, in quanto il virus potrebbe essere trasmesso al feto e provocare, nei casi più gravi, microcefalia e molte altre malformazioni.

I fan e i sudditi molto preoccupati per lei e il bambino

Per tale motivo, la presenza della Duchessa di Sussex ha preoccupato molti fan che la seguono. In occasione del tour in Australia, Meghan Markle è stata scortata d’emergenza dalle sue guardie del corpo perché molte sono le persone che sono accorse quando hanno saputo dell’arrivo della bella duchessa.

Per tale motivo la visita nel mercato delle Fiji ,che prevedeva l’incontro con delle donne coinvolte nel progetto delle Nazioni Unite, Markets for change è durato solo 6 minuti anziché 20. Nonostante questo piccolo imprevisto Meghan è apparsa serena e sorridente e ha rassicurato tutti i presenti.

Fonte https://www.kontrokultura.it/103999/meghan-markle-perdera-il-bambino-i-sudditi-sotto-choc/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.