Alfonso Signorini dice la sua sulla festa di Fedez al supermercato: “Sono immagini tristi”. Leggi le sue parole

Mercoledì sera ospite a La Repubblica delle Donne, Alfonso Signorini ha commentato la festa di compleanno di Fedez organizzata in un supermarket milanese. Il direttore di Chi ha lanciato una mazzata contro il rapper e Chiara Ferragni.

“Non mi è piaciuto. No, queste sono immagini tristi, proprio tristi. La gente che vive sotto i riflettori deve iniziare a capire che deve essere all’altezza dei riflettori.”

 

Le dichiarazioni di Signorini sulla litigata tra Corona e la Blasi.

“Non ho detto nulla ed ero in imbarazzo perché non c’entravo niente con quello che stava succedendo. Io faccio l’opinionista del Grande Fratello Vip e quello scontro non c’entrava nulla con il programma. Era un caso tra due persone che litigavano e che si scontravano. Perché avevo quella faccia particolare? Perché avrei voluto essere in qualsiasi posto tranne che quello, non mi piaceva, ero in imbarazzo, sì.

Me lo aspettavo da Ilary Blasi, ti dico la verità. Intanto lei in quel caso toccava un nervo scoperto, cioè lei covava questa frustrazione, questa ingiustizia subita da 13 anni. Lei è molto diretta, se deve dirti una cosa te la dice in faccia. È stata bravissima, dopo il blocco le ho anche detto ‘hai le pal*e’, perché una che va in diretta senza tradire la minima emozione nonostante l’arrabbiatura è dimostra coraggio.

Lo spegnere il microfono? No, quello non si fa, quello non è bello, perché non dai alla persona la possibilità di parlare e il diritto di replica, che è il diritto di tutti. Quindi se il microfono è stato silenziato non è bello, ma non credo sia stata un’idea di Ilary, non lo so. Ma la replica non si nega a nessuno, nemmeno ad un ex detenuto. Perché uno che esce di galera non deve avere il diritto di replica? Tutti hanno il diritto di rispondere e dire la loro”.

Fonte https://www.bitchyf.it/signorini-fedez-chiara-ferragni/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.