Alfonso Signorini da Chiambretti: “Belen Rodriguez ha passato un brutto Natale”. Ecco cosa è accaduto (video)

Lo scorso 18 dicembre Il Corriere della Sera ha riportato la notizia secondo la quale il papà di Belen Rodriguez durante una crisi avrebbe gettato degli oggetti dal balcone di casa in centro a Milano. Pare addirittura che sia intervenuta la Polizia e che l’uomo sia stato portato in ospedale.

“Le prime segnalazioni al 112 sono arrivate intorno alle 16 di domenica scorsa. Segnalazioni che parlavano di un uomo «fuori di testa» che urlava e lanciava oggetti da un balcone, in uno dei palazzi più belli nel cuore storico di Brera, in via Fiori Chiari. In pochi secondi sono arrivate alcune Volanti della polizia e un’ambulanza. Il padre della showgirl Belen Rodriguez, era in una condizione di «fortissima alterazione». – si legge su Il Corriere della Sera – È stato trasportato in ospedale. In quel momento anche i medici hanno ritenuto che fosse davvero l’unica soluzione possibile per calmarlo e farlo recuperare. L’uomo non è stato denunciato perché non aveva commesso alcun reato, se non lo spavento provocato ad alcuni passanti e vicini che poi hanno chiamato le forze dell’ordine.”

Ieri sera Alfonso Signorini ha confermato la notizia durante la sua rubrica a La Repubblica delle Donne.

“Cena di Natale per casa Rodriguez. Quest’anno per i Rodriguez è andata malissimo. Circa una settimana fa il padre di Belen è andato in escandescenze e sono andati a prenderlo i pompieri e quattro vetture della Croce Rossa. Lui ha dato fuori di matto. Ila papà di Belen urlava e lanciava giù i mobili. Ha lanciato di sotto al balcone due televisori per strada in centro a Milano. Se era ubriaco? Sì, non si sa. Ha fatto un brutto Natale Belen quest’anno.”

Nonostante la conferma di Signorini, pare però che per Belen il peggio sia passato. I Rodriguez hanno festeggiato la vigilia e Natale tutti insieme documentando le feste sui social.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO 

Fonte https://www.bitchyf.it/alfonso-signorini-belen-natale/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.