La Vita in Diretta: Elena Santarelli parla delle ultime novità sul piccolo Giacomo..Leggi le sue parole

Come sta il figlio di Elena Santarelli? Le ultime novità sul piccolo Giacomo

Elena Santarelli torna a parlare del figlio malato negli studi de La Vita In Diretta. Nella puntata di oggi 15 febbraio, lo protagonista di ItaliaSi! ha affrontato nuovamente l’argomento della malattia del figlio Giacomo. Da quando lo scorso anno ha appreso la spiacevole notizia, la Santarelli ha deciso di parlare del difficile periodo che sta affrontando insieme al marito Bernardo Corradi. Il figlio maggiore, Giacomo di 8 anni, è purtroppo affetto da un tumore cerebrale ed Elena ha deciso di rendere pubblica la vicenda familiare per sensibilizzare alla tematica e dare anche un esempio a tutte le mamme in difficoltà come lei. Per questo motivo ha ricevuto molte critiche sui social ed è stata negli ultimi tempi sempre al centro del gossip italiano. A La Vita in Diretta ha rilasciato nuove dichiarazioni e parlato anche della sua esperienza al Bambino Gesù, ospedale pediatrico dove è in cura il suo piccolo.

Elena Santarelli parla della malattia del figlio a La Vita in Diretta: “Tutt’ora ho una sensazione di paura”

Oggi ricorre la Giornata mondiale dei tumori infantili e la showgirl latinense, ospite di Francesca Fialdini negli studi de La Vita in Diretta, ha parlato della sua esperienza personale e della lotta contro il tumore del figlio. “Sai molto bene cosa significa essere mamma di un bambino ammalato”, esordisce la padrona di casa. “Nel mio caso è un reparto di neuro-oncologia. Stiamo parlando di un tumore cerebrale, questa è la patologia che ha colpito Giacomo”. Risponde con estrema sincerità Elena Santarelli, che parla anche della sua sensibilità e del momento in cui ha scoperto la cosa: “Tutt’ora ho una sensazione di paura, però credimi che all’inizio questa situazione era gigantesca. Come avere un vortice davanti, non riesci a respirare quando ti danno questa notizia”. L’ex professoressa de L’Eredità afferma di aver capito che aveva bisogno di attivarsi anche a livello sociale per affrontare la delicatissima situazione che sta vivendo sulla sua pelle: “Ho capito che bisognava attivarsi anche a livello sociale per aiutare le persone che erano nello stesso nostro cammino […] in particolare quelle del Bambino Gesù”.

Elena Santarelli, madrina del Progetto Heal: “Un personaggio famoso deve adoperarsi per far luce sull’argomento”

Elena Santarelli dopo la notizia della malattia del figlio e gli sviluppi della situazione è diventata la madrina del Progetto Heal, progetto che sostiene il lavoro di medici, infermieri e biologi che quotidianamente operano nella cura e nella ricerca nell’ambito della neuro-oncologia pediatrica. La moglie di Corradi ha dichiarato che quando un personaggio famoso, o un suo figlio, viene colpito da qualsiasi tipo di malattia deve adoperarsi per far luce sull’argomento. “Con qualsiasi mezzo a sua disposizione”, aggiunge.

Elena Santarelli si commuove in diretta

In studio viene poi mandato un video di bambini affetti da tumori in cura presso l’ospedale. Elena non riesce a trattenere la commozione e le lacrime. Così, si lascia andare ad un piccolo sfogo: “Non è facile vedere piccoli, grandi, adolescenti… senza capelli e con le flebo attaccate. È anche un lavoro interiore abbastanza forte”. Poi parla anche del lavoro dei medici che per lei fanno un “lavoro straordinario“. Spiega che non è proprio facile dare una notizie del genere ad un genitore, affermare che il figlio è affetto da una patologia. Poi ci tiene anche a precisare che l’80% dei bambini affetti da tumore guarisce. Per Elena Santarelli è importante dare anche esempi positivi e così chiude emozionata: “Spero di essere anche io un esempio di guarigione con mio figlio”.

 

 

Fonte https://www.gossipetv.com/elena-santarelli-figlio-malato-le-novita-a-la-vita-in-diretta-397613

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.