Eliana Michelazzo: ‘Sono al limite,ho smesso di guadagnare. Ad Ibiza con 200 euro in tasca’.

Eliana Michelazzo continua ad affrontare un periodo complicato come conseguenza delle rivelazioni rese sul caso del finto matrimonio tra Pamela Prati e Mark Caltagirone. Adesso per la ex manager della showgirl sarebbero sorti anche dei problemi di natura economica, dovuti alla sospensione di una serie di pagamenti legati alla sua verità raccontata in tv.

“Sono al limite, ho smesso di guadagnare”, ha raccontato Michelazzo in un’intervista a Fanpage: “Ho stornato alcune delle fatture legate a questa storia, si parlava di truffa e mi sembrava corretto. A parte quello, però, ci sarebbero dovuti essere una serie di pagamenti che a oggi sono stati sospesi”. Eliana Michelazzo è poi entrata più addentro alla questione spiegando le sue condizioni: “Quei soldi li aspetto, mi servono per vivere. Mi sembra giusto che io sia pagata visto che ho perso il lavoro. Sono stata a Ibiza con 200 euro in tasca. Ho spese, scadenze. Mi sono ritrovata dal fatturare 100 mila euro l’anno a smettere completamente di guadagnare. Anche i partner con i quali la mia agenzia collaborava si sono ritirati. Hanno preferito smettere di lavorare con la Aicos”.

loading...

Eliana Michelazzo: “Sono stata una stupida. Credevo a tutto quello che mi dicevano”

Eliana Michelazzo è tornata anche sulla bugia riguardante Barbara d’Urso e il suo fidanzato che le era stato attribuito a sua insaputa. Perché disse ad Anna Munafò che incontrava la conduttrice a casa sua per consolarla del fatto che Danny Coppi l’avesse lasciata? “Perché erano cose che mi raccontava lui. Anna si sentiva con Danny e per rassicurarla e farle capire che era tutto a posto, le dicevo certe cose. Le ca***te le ho fatte e dette pure io. Pamela e io ormai ci eravamo create una vita parallela”, ha ribadito.

Fonte http://www.today.it/gossip/vip/eliana-michelazzo-problemi-soldi-ibiza.html

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.