Vladimir Luxuria offesa in sala trucco: «Non sei una donna». La Rai si scusa e avvia un’indagine (VIDEO)

A raccontare l’episodio avvenuto stamattina la stessa Vladimir Luxuria.

vladimir-luxuria

Era in sala trucco per prepararsi a partecipare come ospite ad una puntata della trasmissione Rai «Quelle brave ragazze» quando,

al di là di un grande specchio, ha sentito dei commenti pesanti come un macigno.

«Guarda chi c’è oggi Luxuria, quel f… ma che si deve sentire donna come me?»

avrebbe detto a voce alta una truccatrice mentre guardava l’elenco degli ospiti della trasmissione non accorgendosi della sua presenza.


«Mi sono sentita insultata e discriminata da una persona che in quel momento rappresentava l’azienda – dice Luxuria –

Pur avendo immediatamente ricevuto la solidarietà degli autori del programma e dei presenti, vorrei che in futuro non ci siano altri episodi simili.

Vorrei che la Rai prendesse una posizione contro ogni tipo di linguaggio discriminatorio e contro questo episodio sgradevole».

Luxuria racconta che era seduta alla postazione trucco accanto alla conduttrice Veronica Maya

quando ha sentito dall’altra parte del grande specchio una serie di offese nei suoi confronti da parte di una truccatrice.

«A quel punto ho deciso di mantenere la calma. Ho finito di farmi truccare – aggiunge –

e poi mi sono avvicinata a quella donna dicendole che non si deve permettere di dire certe cose.

Lei ha cercato di negare di aver detto frasi del genere, ma siamo state in due a sentirle, non ero da sola. Quelle parole mi hanno molto ferita» confessa.

Luxuria ha spiegato di aver fatto presente la cosa agli autori del programma che si sono detti «rammaricati e prenderanno provvedimenti».

«Non voglio assolutamente che la truccatrice venga licenziata, ma vorrei che la Rai prendesse posizione contro ogni tipo di linciaggio discriminatorio».​

L’azienda ha presentato scuse formali e avviato un’indagine interna.

Fonte: https://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/vladimir_luxuria_rai_offesa-3797141.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.